zoom_mamma-e-figli-2La SIDS, Sindrome da morte improvvisa nel lattante, racchiude tutte le morti impreviste ed inaspettate di un bimbo apparentemente sano. Si verifica sia di giorno che di notte, ed ad oggi è in Italia la prima causa di morte tra l’età di 1 mesi ad 1 anno di vita, con percentuali di 300 bambini l’anno.
NON SI PUO’ ‪#‎PREVEDERE‬ MA SOLO ‪#‎PREVENIRE‬:
‪#‎prevenzione‬ significa mettere in atto le 10 regole d’oro per un sonno sicuro:
1° – Il bimbo deve ‪#‎SEMPRE‬ dormire a PANCIA IN SU. E’ in assoluto la prima regola. Questa posizione è la più sicura e va tenuta ogni qualvolta che il bambino dorme. Nei primi mesi di vita infatti il bambino va sempre posizionato a pancia in su, sia durante il riposino diurno che durante il riposo notturno. C’è l’informazione sbagliata del pericolo del rigurgito. I liquidi ‪#‎NON‬ provocano ostruzione ma possono essere ‪#‎inalati‬ e portare a distress respiratorio in rari casi anche alla morte. Può capitare di trovarsi a volte ad episodi di ‪#‎Ostruzione‬ fisiologica, cioè un po’ di liquido stimola il riflesso chemiofaringeo ed il piccolo sembra soffocare, dopo un pò però si riprende da se causando un forte spavento ai genitori e poco o nulla al piccolo. Il pericolo di far dormire il bambino in posizioni diverse da quelle consigliate (l’unica corretta) può aumentare il rischio di soffocamento causato dal cuscino (sconsigliato nei primi mesi), dalle lenzuola e dal materasso . In questi mesi infatti il neonato è impossibilitato a girare la testa opponendosi al senso di soffocamento.
2° – UTILIZZO DI MATERASSI RIGIDI. No a oggetti nel lettino del bambino. Non utilizzare cuscini, coperte, piumoni o altre superfici morbide almeno fino ai sei mesi di vita.
3° – BANDITI TUTTI GLI OGGETTI DAL LETTINO. Il peluche va bandito dal lettino. Va fatta attenzione che tutti gli oggetti soffici, giochi, biancheria sfusa, siano fuori dal lettino. Infatti accidentalmente questi potrebbero scivolare sulla faccia del piccolo, impedendone la respirazione; stesso discorso per ‪#‎PARACOLPI‬ che sono pericolosi per la sicurezza del bimbo e che quindi non vanno utilzzati.
4° – NO ‪#‎COSLEEPING‬ SI ‪#‎ROOMSHARING‬. Si può far dormire il bambino nella vostra stanza (posto ritenuto il più sicuro fino all’ottavo mese), ma non nel letto con voi, questa abitudine è infatti bandita per la sua pericolosità (co-spleeping). Quindi attenzione, riposizionare sempre il bambino nel suo lettino dopo l’allattamento. Molti pensano che l’unico pericolo in tale pratica sia quello di schiacciare il neonato, ma non si sa invece che alla nascita c’è anche l’articolazione temporo-madibolare che non è ancora completamente formata. Questo potrebbe causare, con un semplice colpo involontario durante il sonno dei genitori, lo spostamento della mandibola verso l’alto e all’indietro, spingendo la lingua nelle vie aeree superiori con il conseguente blocco parziale o completo delle vie aeree.
(Per questa regola ricordiamo che il co-sleeping è una scelta, una strategia utile e consapevole da adottare al momento opportuno, che solo i genitori sapranno quando eliminare perché non è il dormire insieme ad educare un bambino, ma l’insieme di regole e abitudini che gli verranno insegnate durante tutte le fasi della sua crescita.)
5° – NO ALLE ALTE TEMPERATURE. NON coprire eccessivamente il bambino durante il sonno, non avvolgetelo stretto nelle coperte e vestite il bambino con indumenti adeguati. La temperatura della stanza deve essere giusta, confortevole e mantenuta intorno ai 18°/20° C°. I neonati non hanno la possibilità di espellere il calore dal proprio corpo con il più comune modo fisiologico di raffreddamento: la sudorazione.
6° – NON COPRITE QUANDO HA LA FEBBRE. Spesso si ha l’erronea convinzione che il bambino quando ha la febbre debba essere coperto di più. Al contrario durante la malattia febbrile il neonato ha bisogno di essere più scoperto che coperto. Non effettuare spugnature con acqua fredda o frizioni di alcool per far sfebbrare.
7° – FUMARE DURANTE LA GRAVIDANZA DANNEGGIA GRAVEMENTE IL FETO. La nicotina contenuta nel fumo infatti non permette il corretto sviluppo del feto nel periodo in cui si è fumato e causa eventuali anomalie che interessano le funzioni specifiche dello sviluppo nel corso di quel preciso intervallo di tempo in cui si è fumato. Ma questo non è l’unico danno provocato da fumo, infatti anche chi fuma vicino la madre o il neonato, o chi fuma negli ambienti frequentati dal piccolo danneggia gravemente la salute del nascituro. Non permettere a nessuno di fumare vicino al bambino. Questa la regola. Anche l’abbigliamento impregnato di fumo passivo è nocivo per i bambini.
8° – USO DEL CIUCCIO. Utilizzare il ciuccio durante il sonno è una pratica corretta e consente di prevenire la SIDS. Unica accortezza è quella di introdurlo dopo il primo mese di vita per non interferire sull’allattamento. Il succhiotto deve essere ortodonticamente adeguato all’età del bambino. Se durante il sonno il bambino perde il ciuccio non va reintrodotto e vanno evitate sempre sostanze edulcoranti in cui intingere il ciuccio.
9° – NON AFFIDARSI AI DISPOSITIVI IN COMMERCIO PER MONITORARE IL SONNO DEL BIMBO (Webcam, Rilevatori di respiro, walkie talkie, ect…). Gli strumenti commercializzati per ridurre il rischio di SIDS non sono stati testati per dimostrarne l’efficacia o la sicurezza. Non utilizzare i monitor a casa come una strategia per ridurre SIDS. I dispositivi di vigilanza non sono apparecchiature mediche e quindi non possono prevenire la morte da culla nei neonati.
10° – IL LATTE MATERNO. Allattare il bambino al seno aiuta a prevenire la SIDS in quanto il latte materno è il miglior alimento per il bambino, il rischio viene ridotto di 10 volte.
REGOLA DELLE REGOLE: TUTTI COLORO CHE HANNO A CHE FARE CON IL TUO FIGLIO DEVONO CONOSCERE LE 10 REGOLE D’ORO.

Per restare aggiornati visitate la nostra pagina facebook
 https://www.facebook.com/manovredisostruzionepediatrica/